OtticaMacca.com

0932 98 57 30 | 345 4553750 info@otticamacca.com

Menu

Tre oggetti in movimento: ecco il limite visivo dell’occhio umano

Di In Occhio alla Salute Il 16 novembre 2015


Alcuni ricercatori dell’Australian National University hanno scoperto l’esistenza di un limite al numero massimo delle direzioni, e degli oggetti, che il cervello umano può vedere in un dato periodo di tempo: l’occhio umano è capace di distinguere, infatti, soltanto fino a tre oggetti in movimento e con direzioni diverse. Oltre questo numero, il movimento di cose o persone viene percepito come “rumore visivo” indistinto e tralasciato come tale.

La capacità del cervello di cogliere oggetti in movimento è stata messa alla prova utilizzando un metodo basato sulla stimolazione visiva da parte di puntini luminosi: muovendosi in modo casuale, essi si raggruppano insieme, di tanto in tanto, a formare due o più figure. L’esperimento ha indicato come l’occhio umano sia programmato per rilevare due sole direzioni alla volta, ma che riesca a monitorarne tre, se i movimenti dei puntini differiscono in termini di velocità o profondità.

Tale constatazione permette di spiegare l’abilità “multitasking” di alcuni soggetti: le persone, infatti, estremamente versatili e capaci di svolgere più azioni contemporaneamente, senza perdere il lume della ragione, sono probabilmente in grado di tenere d’occhio un sacco di cose in una sola volta. In senso più specifico, tale abilità potrebbe risiedere nel fatto che i soggetti multitasking sono più veloci nell’indirizzare la loro attenzione dal movimento di un oggetto ad un altro.


powered by Zero Comunicazione Integrata