OtticaMacca.com

0932 98 57 30 | 345 4553750 info@otticamacca.com

Menu

Difficoltà a distinguere i colori: il daltonismo

Di In Occhio alla Salute Il 16 novembre 2015


Il daltonismo (discromatopsia) è un’anomalia che influisce sulla percezione dei colori: il disturbo più comune consiste nella difficoltà di distinguere il rosso dal verde. Più rari sono la tritanopia, cioè l’incapacità di vedere il blu, e l’acromatopia, la cecità ai colori.
È un difetto di natura prevalentemente genetico, che colpisce soprattutto gli uomini. Tuttavia, può insorgere anche in seguito a danni agli occhi, ai nervi o al cervello e, persino, in seguito all’esposizione ad alcuni composti chimici.

Nei nostri occhi, i colori vengono percepiti da cellule specializzate della retina, i coni: ne esistono di tre tipi, sensibili rispettivamente alla luce blu, verde, e rosso-gialla. Quando uno o più tipi di coni sono difettosi, la percezione del colore è alterata. Benché venga generalmente considerata una disabilità, in alcune situazioni il daltonismo può rivelarsi vantaggioso: un cacciatore daltonico, ad esempio, può riuscire a distinguere meglio una preda mimetizzata su uno sfondo caotico.

Non sono ancora note cure per tutte le forme di daltonismo: generalmente, si ricorre a delle lenti correttive; in altri casi, si possono ottenere dei miglioramenti mediante operazione chirurgica. Sono, inoltre, disponibili delle applicazioni per iPhone e iPad che permettono di simulare e di correggere la visione discromatica. Tali strumenti, però, non offrono una totale risoluzione del problema.


powered by Zero Comunicazione Integrata