OtticaMacca.com

0932 98 57 30 | 345 4553750 info@otticamacca.com

Menu

Pedala, pedala. I tuoi occhi ti ringrazieranno

Di In Occhio alla Salute Il 15 dicembre 2015


Andare in bici tra le vie del centro esige una vista acuta e un alto livello di impiego delle facoltà cognitive: gli amanti delle due ruote a propulsione umana, infatti, ben conoscono lo sforzo di sopravvivere, giorno dopo giorno, alle manovre azzardate di automobilisti col pollice opponibile attaccato al display del cellulare o impegnati in corse alla Fast and Furious. Le due abilità richieste, poi, vanno di pari passo, dato che lo sport (in particolare, il ciclismo) influirebbe sulla nostra elasticità mentale e contribuirebbe a mantenere inalterate le diottrie. Almeno, quelle che ci rimangono.

Ne sono convinti i ricercatori Alessandro Sale, dell’Istituto di Neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) di Pisa, e Claudia Lunghi, del Dipartimento di Ricerca traslazionale e delle Nuove tecnologie in Medicina e Chirurgia dell’Università di Pisa: lo studio da essi condotto dimostra che l’esercizio di un’attività ciclistica moderata, ma costante nel tempo, riuscirebbe, infatti, a potenziare la neuroplasticità della corteccia visiva. Gli effetti positivi delle pedalate sulla vista produrrebbero, di conseguenza, un miglioramento del fenomeno definito come “rivalità binoculare”, grazie al quale il cervello umano si trova ad elaborare, in un unico schema coerente, una duplice immagine proveniente da due bulbi oculari e da due prospettive diverse.

Avvalendosi di volontari bendati, i due ricercatori hanno potuto constatare come chi si sottoponesse a sedute di allenamento su cyclette ottenesse enormi vantaggi, in termini di elaborazione delle immagini, rispetto al gruppo di controllo rimasto inattivo durante il test. L’esperimento ha dimostrato, dunque, che l’atto stesso del pedalare impegna costantemente occhi e cervello, migliorandone la funzionalità e la capacità di elaborazione.

Litigare con gli automobilisti, se proprio dovrà accadere, avrà almeno i suoi lati positivi.


powered by Zero Comunicazione Integrata