OtticaMacca.com

0932 98 57 30 | 345 4553750 info@otticamacca.com

Menu

Occhi arrossati in piscina? La colpa non è del cloro

Di In Occhio alla Salute Il 20 gennaio 2016


Se vi siete sempre detti di non andare in piscina perché il cloro vi brucia gli occhi, ricredetevi: la verità è ancora più amara. Il governo degli Stati Uniti, attraverso lo United States Healthy Swimming Program, ha reso noto come l’arrossamento degli occhi da post piscina sia dovuto non tanto al cloro, quanto alla reazione chimica di quest’ultimo a contatto con l’urina e altri “residui” umani, quali sporcizia e sudore.

Fare la pipì in acqua come se non ci fosse un domani non è soltanto una mancanza di rispetto per l’ambiente e le persone che ci circondano, ma diminuisce anche l’azione disinfettante del cloro stesso, costringendo ad aumentarne l’utilizzo. Peccato che ricorrere ad una maggiore quantità dell’antisettico non risolva affatto il problema: i batteri presenti in acqua possono resistere anche per giorni, prima di scomparire.

Prevenire, dunque, è meglio che curare: usare la piscina per quello che è e non confonderla con un bagno pubblico, fare una doccia prima di entrare in acqua e avere cura della propria igiene personale, basterebbe ad evitare l’insorgere di spiacevoli fastidi o disturbi. Un conto è non badare alla propria salute, un altro è mettere in pericolo quella degli altri.


powered by Zero Comunicazione Integrata